Home » Events » Antonio Miralli The Shape of hill

Antonio Miralli The Shape of hill

Antonio Miralli The Shape of hill

Quando

19 Aprile 2024 - 25 Aprile 2024    
All Day

Dove

Tipologia evento

Dal 19 al 25 Aprile 2024 Medina Art Gallery presenta la mostra personale di Antonio Miralli “THE SHAPE OF WILL, abbassa la luce…l’oscurità mi acceca” con testo curatoriale della Dott.ssa Martina Luffarelli, nella gallery di Via Angelo Poliziano 4-6 a Roma.

Opening Event: Venerdì 19 Aprile alle ore 18

Antonio Miralli, viterbese, classe 1978, si forma nell’ambito di studi psichiatrici all’università “La Sapienza” di Roma. Ha sviluppato la passione innata per la pittura, principalmente da autodidatta ma frequentando corsi in alcune delle scuole italiane più prestigiose come, ad esempio, la Scuola Internazionale Comics e la Scuola Romana del Fumetto.

Forse sulla base della formazione in ambito psichiatrico, Miralli ha sempre avvertito il bisogno di liberarsi dai contenuti emotivi lavorando su opere astratte dalla forte impronta cromatica, a tratti viscerale. Con il colore come fonte di vita, punto di “vibrazione”, le sue opere tendono ad un equilibrio che annulla il caos interiore. E tale ricerca di bilanciamento lo porta a spaziare tra gli stili: dai richiami allo stile giapponese con la caratteristica pacatezza, fino alle opere ispirate a Pollock e all’action painting. La potenza delle pennellate di colore sulla tela tradisce una rabbia che lo porta a lottare contro sé stesso e contro i suoi pensieri quotidiani.

La pittura, per Miralli, rappresenta lo strumento principale con il quale riesce ad esprimere i diversi stati d’animo che lo attraversano. L’artista induce il pubblico ad esprimere le sensazioni che le sue opere suscitano, al fine di stabilire un dialogo. Una caratteristica della sua produzione pittorica, inoltre, è il riutilizzo delle tele. L’atto di dipingere su tele già utilizzate in precedenza rappresenta l’esigenza di raccontare una nuova storia, di descrivere un nuovo stato d’animo superando quelli precedenti.

L’overview di Martina Luffarelli

Antonio Miralli ha esposto le proprie opere nel territorio del viterbese, come nella mostra di Arte Contemporanea di Vitorchiano nel 2013 organizzata dall’Associazione “Marzio 58”. E’ stato in mostra a Roma in varie edizioni con i 100 pittori di Via Margutta e con l’Associazione Art Studio Tre a Piazza di Spagna. Nel 2019 ha partecipato al concorso “9margini” promosso dallo Studio Lab 138 Pavona di Castel Gandolfo e nel 2020 ha partecipato alla seconda edizione della mostra “luce&tenebre – cammini di fede” nell’abbazia di Santa Maria di Grottaferrata.

Ciò che più mi ha colpito delle sue opere è la trasfigurazione che mette in atto servendosi di sagome, simili ad omini, posizionate sulle opere. Questi “omini” sembrano voler uscire dal quadro e creano un ponte tra l’opera e lo spettatore. Quest’ultimo, nell’osservazione dell’opera, si libera della ragione, si lascia guidare dall’istinto, dal gusto, dal desiderio, in modo tale che l’opera comunichi senza alcuna intermediazione.

Più che seguire un progetto, sviluppare un disegno, la pittura di Antonio Miralli esprime la creatività dell’atto spontaneo e irrazionale, non privo di casualità. E non nasce sul cavalletto ma da tele senza intelaiatura, fissate sul muro o posate a terra. L’energia che guida la mano è istintiva e proviene dall’inconscio.

Martina Luffarelli

Segui le pagine Medina Art Gallery sui social: Facebook, Instagram e Youtube.

Lascia un commento

Pin It on Pinterest

Share This