Home » Events » Carlo Gasperoni, “Energie”

Carlo Gasperoni, “Energie”

Carlo Gasperoni, “Energie”

Quando

26 Gennaio 2024 - 8 Febbraio 2024    
All Day

Dove

Tipologia evento

Dal 26 Gennaio all’8 Febbraio 2024Medina Art Gallery presenta “Energie” mostra personale di Carlo Gasperoni, nella gallery di Via Angelo Poliziano 32-34 a Roma.

Carlo Gasperoni: l’overview di Camilla Boemio

La “rivoluzione digitale” è esplosa negli anni’ 90 seguita da uno sviluppo tecnologico senza precedenti dei mezzi informatici. Anche se le basi di molte tecnologie digitali erano state gettate sessant’anni prima, queste tecnologie sono diventate apparentemente onnipresenti durante l’ultimo decennio del ventesimo secolo con l’avvento del World Wide Web a metà degli anni ’90 ed hanno raggiunto uno strato di connettività globale.

Il lavoro di Duchamp, in particolare è stato estremamente influente nel regno dell’arte digitale: il passaggio dall’oggetto al concetto incarnato in molte delle sue opere può essere visto come un predecessore dell’oggetto virtuale, come struttura in processo, e i suoi ready-made connettersi con l’appropriazione e la manipolazione di immagini riprese da altre, che svolgono un ruolo dominante in molte opere d’arte digitali. Stiamo nuovamente vivendo una fase entusiasmante nella quale l’inclusività e l’ecologie trasformano le mostre in luoghi di grande scambio, portando gli artisti al centro del dibattito, non solo per le visioni estetiche, ma anche per proporre nuovi mondi.

Nuovi Mondi

In questa rivoluzione estetica e tecnologica, anche il linguaggio dell’arte si evolve spostandosi verso una semantica che utilizza medium inusuali, strettamente legati agli usi ed ai consumi cambiati; dalla realtà aumentata, al metaverso, ai video giochi diventati il maggior fenomeno di massa trasformato in arte, fino alle esperienze multisensoriali offerte dagli ambienti digitali immersivi. Se riprendiamo, nuovamente, la storia dell’arte l’associazione letteraria ed artistica francese fondata nel 1960, da Raymond Queneaau e François Le Lionnais, che sostenevano che tutta l’ispirazione creativa dovesse essere soggetta al calcolo e diventare un gioco intellettuale, i cui concetti sperimentali di combinazione fossero paragonabili alla riconfigurazione degli elementi mediatici generati dal computer.

Le Energie di Carlo Gasperoni

Le opere che compongono la selezione in galleria esplorano angoli sottilmente diversi dal suo vocabolario formale, attingono a un flusso costante che apre un nuovo mondo con una profondità di campo sorprendente e segni che indicano movimento, velocità e esplosioni di luce. Come la proiezione che accoglie i visitatori all’entrata dello spazio espositivo, che esplora i movimenti delle molecole della materia con una serie di combinazioni stimolanti e accattivanti a livello visivo.

La mostra offre agli spettatori molte opportunità per seguire Gasperoni mentre esamina un’idea da numerose prospettive, rendendola con mezzi diversi e alterandone la sensazione.

Stupisce questa esuberante costruzione in digitale dell’astrazione, allo stesso modo consente al suo progetto di comunicare la più ampia gamma possibile di emozioni, dalla celebrazione all’estasi, dalla malinconia alla memoria, ricordandoci quanto gli artisti mettano in gioco se stessi per celebrare la bellezza.

Radici Familiari: il Contesto dell’Artista

Nato in Brasile, madre brasiliana e padre italiano, si trasferisce in Italia da bambino, ma rimane legato alla sua terra natale dove ha le sue radici emotive. Il Brasile infatti è la fonte di ispirazione di molte sue opere. Studia Chirurgia Plastica a Roma e si perfeziona in Brasile in Chirurgia Estetica, che pratica e insegna. Nei suoi discorsi ripete spesso che la cultura estetica ha molteplici facce: vivendo tanto tempo in Italia, dove la bellezza è presente ovunque, non si può non essere sensibili al bello, e nella attività di chirurgo non si possono fare cose belle se non si è artisti.

Era quindi naturale che nella sua vita si sarebbe dedicato all’arte. Nelle sue opere cerca di portare la bellezza e la positività, per contrastare in qualche modo la deriva negativa della umanità, contrapponendosi a quell’arte che deve colpire le anime con immagini crude, tali da indurre a reagire alle brutture della vita.  Fornire positività pronta all’uso per indurre benessere è lo scopo di Gasperoni che descrive un mondo colorato, immaginario, onirico e allo stesso tempo concreto.

Nelle sue personali culminate con una mostra a Venezia, sul Canal Grande nella culla del bello, ha portato meraviglia, colore, e amore per il creato, inducendo benessere fisico a chi ha acconsentito a farsi permeare dai suoi colori.

Medina Art Gallery References

Segui le pagine Medina Art Gallery sui social: Facebook, Instagram e Youtube.

Contatti: Qui tutti i riferimenti!

 

Lascia un commento

Pin It on Pinterest

Share This